Menu Content/Inhalt
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Share/notice

Home
Distribuzioni live Print E-mail
Wednesday, 12 September 2007 06:39

Distribuzioni live

La stragrande maggioranza delle distribuzioni Linux si presenta a noi un qualsiasi altro sistema operativo: tramite uno o, più frequentemente, più cdrom una procedura guidata ci permette di installare il sistema operativo sul nostro computer. Questa è certamente il caso più comune e maggiormente proficuo di utilizzo di Linux, come di qualsiasi altro sistema operativo. Sempre più, però, si stanno facendo strada distribuzioni cosiddette live.

Una distribuzione live è tale quando non richiede di essere installata sul disco fisso del proprio computer per essere utilizzata, ma avviando il computer dal lettore cdrom (o da chiave di memoria USB) dove è contenuto il software necessario, il sistema operativo è copiato nella memoria RAM ed utilizzato senza necessità di scrivere un solo bit su discofisso.

Le motivazioni di tale scelta si possono sostanzialmente ridurre a due, la possibilità di analizzare una distribuzione Linux prima di installarla definitivamente, e la disponibilità di una distribuzione Linux al proprio seguito anche quando sul computer di cui si dispone non ne è installata alcuna.

Naturalmente questo approccio richiede particolari funzionalità che una normale distribuzione non prevede, quale la realizzazione di un file system ad hoc nella memoria RAM ed uno script di “installazione” che sia in grado di riconoscere e configurarein modo del tutto automatico l'hardware presente sul computer.

Inoltre, poiché il sistema operativo è ospitato interamente nella memoria RAM i requisiti richiesti l sistema ospitante sono piuttosto elevati. Comunque, su un computer recente è possibile lavorare in modo assolutamente soddisfacente.

Sono graditi ma non indispensabili la possibilità di accedere con semplicità a dischi fissi e supporti removibili per salvare i dati personali o la configurazione del sistema o la possibilità, una volta sperimentata la distribuzione, di installarla sul disco fisso.

La capostipite, nonché quella più diffusa, tuttora utilizzata come base per altre distribuzioni live, è Knoppix, derivata da Debian, ma quelle esistenti sono in cospicuo numero. Si ricorda anche Morphix.

La categoria delle distribuzioni live è particolarmente ... viva. Tra le altre ricordiamo Mepis, orientata al desktop, Linex realizzata dalla regione spagnola dell'Extremadura nell'ambito di un progetto europeo e di cui si è già parlato sul nostro sito.

Diversi siti elencano tali distribuzioni. Ve ne proponiamo uno , da cui si può desumere la vitalità del settore, ma una semplice ricerca può evidenziarne altri.

Come fattori di qualità specifici di una distribuzione live possiamo assumere i minori requisiti di sistema possibile, un efficiente riconoscimento e configurazione dell'hardware econfigurazioni di sistema adeguate ad una distribuzione live (sistema di stampa, interazione con reti Windows, ...).

Anche per le distribuzioni live valgono i concetti generali espressi genericamente per le distribuzioni di cui sono una specializzazione.

In particolare, esistono distribuzioni live per i diversi campi di utilizzo. Tra questi le scuole possono essere particolarmente interessate a quelle orientate ad un utilizzo educational.

^top  

Last Updated on Wednesday, 03 October 2007 09:51
 
designed by www.madeyourweb.com