Menu Content/Inhalt
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Share/notice

Home
Open source esperienze a scuola

Presentiamo alcune esperienze di uso o produzione di software libero e/o open source nelle scuole italiane.

La survey è stata pubblicata sul sito OSOR.eu come case study http://www.osor.eu/case_studies/open-source-software-survey-in-italian-schools.

L’INIZIATIVA DI RACCOLTA DI DESCRIZIONI DI PROGETTI ED ESPERIENZE

La scheda inviata dalle scuole contiene la descrizione dell’esperienza di uso o di realizzazione di software open source al proprio interno.

Ogni scheda è corredata anche dai dati relativi all’Open Source Software (OSS) , forniti dall’Osservatorio Permanente Attrezzature Tecnologiche del MIUR.

L’iniziativa è stata condotta dall’Osservatorio Tecnologico in collaborazione con l’Osservatorio Permanente Attrezzature Tecnologiche del MIUR, al fine di utilizzare i dati dell’anagrafe ufficiale dell’ICT scolastico, non richiedere inutilmente alle scuole di fornire informazioni già note e riferirsi a criteri descrittivi delle dotazioni ICT uniformi.

LE ESPERIENZE

L’elenco delle esperienze pervenute in tempo utile, suddivise su base geografica, lungi dall’essere esaustivo, rappresenta una prima descrizione puntuale di come il software libero stia diffondendosi nella scuole.

Vengono usati vari termini (software libero, software aperto, software open source, codice a sorgente aperto, Free Libre Open Source Software - FLOSS) per indicare il fenomeno di cui stiamo parlando e che indicheremo, per semplicità, come OSS (Open Source Software).

Sono presenti tutte le tipologie di scuole ed è significativa la presenza di scuole del I ciclo.

Nella scuola secondaria oltre agli istituti tecnici, c'è una significativa presenza di licei.

La distribuzione geografica è su tutto il territorio nazionale, con alcuni punti di eccellenza.

Molte esperienze sono relativa alla didattica dell’informatica e consistono nella erogazione di corsi sul tema dell’ opensource. Spesso l’esperienza comprende anche la realizzazione dell'infrastruttura informatica necessaria, realizzata usando OSS.

Frequente l’aggiornamento dei docenti sui temi di base dell’OSS, spesso in relazione ai corsi C1 e C2 di FOR-TIC.

Altre esperienze riguardano la realizzazione di servizi di supporto organizzativo, altre i servizi di comunicazione.

Sono presenti in alcune esperienze l'utilizzo di piattaforme open source di E-learning o di Content Management System.

Frequente il riferimento all’uso delle suite StarOffice, affiancata a OpenOffice.org.

La maggioranza dei progetti dunque utilizza OSS in genere e non si limita ad usare Linux.

Pochi progetti, molto interessanti, prevedono attività di sviluppo di OSS.

Ci sono sinergia e collaborazione con il territorio, le imprese e la PA locale.

AGGREGAZIONI TERRITORIALI

Due istituzioni di Regioni a Statuto speciale hanno operato una scelta netta a favore dell'OSS

PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA

Il punto di forza principale è rappresentato dalla diversità delle esperienze, dalla ricchezza di idee e di soluzioni operative: chi osserva l'insieme dei progetti coglierà infatti una significativa intersezione delle soluzioni proposte dall'OSS con molti dei problemi fondamentali della scuola, soprattutto in termini di organizzazione interna e comunicazione con l'esterno, ma anche per quanto riguarda gli aspetti didattici.

Il punto di debolezza principale è la mancanza di maturità nella progettazione, che appare ancora frammentata e descritta in termini per addetti ai lavori e spesso autoreferenti, ossia poco chiari per chi è esterno al mondo scolastico.

IL CONTESTO EUROPEO

Il panorama europeo dell’OSS nella scuola e nella Pubblica Amministrazione è in evoluzione.

Si segnalano:

  • Nell’ambito delle iniziative della Unione Europea l’OSOR (Open Source Observatory and Repository)
  • A livello dei paesi membri il recente studio dell’agenzia britannica BECTA (British Educational Communication and Technology Agent) sull’efficacia del software OSS nella scuola.

Nello studio britannico si evidenzia come, su un campione di scuole primarie e secondarie, l’uso di OSS porta a benefici culturali, economici ed organizzativi, ma che tale efficacia dipenda da come la scuola gestisca ed organizzi l’introduzione del OSS.

LE PROSPETTIVE

Su tale analisi l’Osservatorio Tecnologico concorda pienamente e da sempre. Ha realizzato la ricerca sulle RASIS (Rete Aperte e Soluzioni Integrate per le Scuole), con AICA, CSP e INFN, proprio per aiutare l’organizzazione scolastica nel formalizzare i suoi bisogni di networking e di servizi web, mediante l’uso di strumenti di specifica, come UML, e per favorire la standardizzazione delle soluzioni di base basate proprio su OSS.

Il processo di formalizzazione della domanda è prerequisito infatti alla aggregazione dell’offerta e l’OSS rappresenta un possibile terreno di incontro fra scuola e imprese del settore ICT, con caratteristiche di forte innovazione e potenzialità crescenti.

ATTIVITÀ SUL SOFTWARE OPEN SOURCE NELLA SCUOLA DI ALTRI ENTI ISTITUZIONALI DEL MIUR

Su un tema “aperto” come è per definizione l’OSS, che rifugge per sua natura da ogni modello predefinito e totalizzante, è più che mai importante avere una visione di insieme davvero completa e articolata. L’Osservatorio Tecnologico ha la vocazione ad occuparsene soprattutto dal punto di vista generale, in termini di efficienza, usabilità, struttura delle licenze da una parte e della dialettica tra soluzioni tecnologiche e problemi di organizzazione e comunicazione autenticamente avvertiti ed esplicitati dalle differenti unità scolastiche. Gli aspetti didattici in senso stretto sono perciò in qualche modo una nostra competenza “indiretta”.

Alcune iniziative specifiche sull’aspetto didattico realizzate da altri enti appartenenti al MIUR sono:

Sul piano invece dell’anagrafe delle dotazioni TIC nelle scuole, ricordiamo che presso la Direzione Generale Informatica del MIUR è attivo, dalla primavera 2004, l’ Osservatorio Permanente Attrezzature Tecnologiche del MIUR, che costituisce dunque la base di dati nazionale sulle dotazioni Hardware e Software delle Scuole Italiane.

Dallo scorso anno tutte le scuole italiane compilano e mantengono aggiornata la descrizione delle Attrezzature Tecnologiche in possesso della scuola stessa. La sezione specifica sull’opensource è stata inserita nel maggio 2005, è ancora in fase di compilazione da parte delle scuole. La rilevazione sull’OSS si concluderà a Luglio 2005.

 

Title Filter     Display # 
# Article Title
1 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Autonomie
2 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Veneto
3 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Umbria
4 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Toscana
5 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Sicilia
6 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Sardegna
7 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Puglia
8 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Piemonte
9 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Molise
10 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Marche
11 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Lombardia
12 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Liguria
13 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Lazio
14 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Friuli Venezia Giulia
15 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Emilia Romagna
16 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Calabria
17 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Campania
18 Progetti / esperienze uso e produzione OSS Basilicata
19 Progetti, esperienze uso e produzione OSS Abruzzo
20 Progetti / esperienze uso e produzione OSS LS Quadri
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 Next > End >>
Page 1 of 6
designed by www.madeyourweb.com