Analisi siti web scuole italiane Print
Monday, 17 September 2007 06:50

Requisito numero1: Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate, nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l’aspetto semantico. Le scuole sono state sottoposte ad una verifica della corrispondenza al Requisito n. 1 della versione 3 del documento denominato Studio sulle linee guida recanti i requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità e le metodologie tecniche per la verifica dell'accessibilità (legge 4 del 2004, art. 11 comma a e b) in linea all'URL http://www.pubbliaccesso.gov.it/biblioteca/documentazione/studio_lineeguida/.

Requisito n. 1

Enunciato: Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate, nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l’aspetto semantico

In particolare, per i linguaggi a marcatori [10] HTML (HypertText Markup Language) e XHTML (eXtensible HyperText Markup Language):

a) Per tutti i siti di nuova realizzazione, utilizzare almeno la versione 4.01 dell'HTML [11] o preferibilmente la versione 1.0 dell'XHTML [12], in ogni caso con DTD (Document Type Definition - Definizione del Tipo di Documento) di tipo Strict;

b) Per i siti esistenti, in sede di prima applicazione, nel caso in cui non sia possibile ottemperare al punto a) è consentito utilizzare la versione dei linguaggi sopra indicati con DTD Transitional, ma con le seguenti avvertenze:

  1. evitare di utilizzare, all’interno del linguaggio a marcatori con il quale la pagina è realizzata, elementi ed attributi per definirne le caratteristiche presentazionali (per esempio, caratteristiche dei caratteri del testo, colori del testo stesso e dello sfondo, ecc.), ricorrendo invece ai Fogli di Stile CSS [13] (Cascading Style Sheets) per ottenere lo stesso effetto grafico;
  2. evitare la generazione di nuove finestre; ove ciò non fosse possibile, avvisare esplicitamente l'utente del cambiamento del focus;
  3. pianificare la transizione dell'intero sito alla versione con DTD Strict del linguaggio utilizzato. Il piano di transizione va presentato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per l'Innovazione e le Tecnologie da parte del responsabile della accessibilità informatica (Art. 9 Regolamento).

Riferimenti WCAG 1.0: 3.1, 3.2, 3.5, 3.6, 3.7, 11.1, 11.2

Riferimenti Sec. 508: Non presente

Procedura adottata

La procedura adottata è stata la seguente:

  • verifica preliminare dell’URL dell’home page segnalato dalla scuola;
  • inserimento dell’URL nel campo input denominato Validate by URL del The W3C Markup Validation Service;
  • attesa del responso al fine di rilevare il numero di errori presenti nella pagina o la sua convalida.

La verifica è stata effettuata sull’HTML 4.01 Transitional o XHTML 1.0 Transitional trattandosi di siti già in linea e non di nuove realizzazioni.

Per informazioni e segnalazioni access_at_osservatoriotecnologico_punto_net (Misura antispam. L'indirizzo corretto si ottiene sostituendo all'insieme di caratteri _at_ il simbolo @ e alla parola _punto_ il carattere .).

Istituti Scolastici

Per informazioni e segnalazioni access_at_osservatoriotecnologico_punto_net (Misura antispam. L'indirizzo corretto si ottiene sostituendo all'insieme di caratteri _at_ il simbolo @ e alla parola _punto_ il carattere .).

Last Updated on Tuesday, 30 October 2007 08:37